A 4 ore da qui c’è l’estate. Lo so, è difficile crederci ma ve lo assicuro, la potete trovare alle isole Canarie!

Il momento giusto per andare a Fuerteventura? Sempre: 12 mesi all’anno! L’alta stagione va da dicembre ad aprile comprendendo Natale, Carnevale e Pasqua e anche le vacanze estive tra luglio e agosto, ma anche nei mesi più tranquilli, maggio, giugno e da settembre a novembre, le temperature si aggirano attorno ai 25 gradi. Fuerteventura si trova a soli 100 km dalla costa africana!

Fuerteventura è la destinazione perfetta per chi ha voglia di sole e mare, anche con i bambini.

Arrivare qui, quando da noi fa freddo, è un’esperienza meravigliosa. Non serve andare dall’altra parte del mondo per cercare un po’ di caldo e di sole!
Per noi è stata la prima vacanza in tre, siamo volati a cercare il caldo di Fuerteventura con un piccolo Tobia di 5 mesi, che ha scoperto per la prima volta il mare e la sabbia.

4 preconcetti che avevo su Fuerteventura

I miei preconcetti su Fuerteventura sono stati spazzati via appena arrivati qui:

  • Non è solo una meta per svernare per pensionati fortunati!
  • Non è troppo ventosa! Certo, dipende dal periodo dell’anno, noi ci siamo stati a inizio dicembre e il clima era perfetto!
  • Il mare è oceano, ci saranno grandi onde e sarà difficile fare il bagno. Assolutamente no! Ci sono spiagge di spiaggia finissima dove il fondale è basso e il mare calmissimo!
  • Non è troppo turistica. Se vi terrete lontani dalle città costiere più frequentate dagli inglesi, Corralejo e Caleta de Fuste, e dai tedeschi, Morro Jable, troverete pittoreschi paesini e paesaggi lunari dove sentirvi esploratori!

7 cose da fare a Fuerteventura

L’isola di Fuerteventura è abbastanza grande, noleggiare una macchina è il modo migliore per poterla visitare. Da nord a sud ci vogliono circa 2 ore e mezza di auto.
Tra spiagge, paesaggi vulcanici, mulini a vento e pittoresche cittadine avrete moltissimo da fare e vedere!

Le Dune del Parco Naturale di Corralejo. Uno spettacolo naturale da non perdere, 10 km di dune bianche che scendono dolcemente fino al mare in una bellissima spiaggia.

Faro de Tostón. Dal paese di El Cotillo dopo aver fatto una foto al Castillo proseguite fino al faro e poi seguite la strada sterrata, questo tratto di costa diventa magico all’ora del tramonto tra calette piene di surfisti e paesaggi lunari! Da qui arriverete anche alla famosa Popcorn Beach!

Le spiagge nel sud dell’isola. Se cercate natura incontaminata (e naturisti), spiagge chilometriche dove sentirvi soli anche ad agosto, puntate verso sud! Playa de Sotavento, Playa Cofete, Playa del Matorral vi aspettano! Spingetevi fino all’enclave tedesca di Morro Jable e non lasciatevi spaventare dall’esubero urbano, andate fino in fondo all’enorme spiaggia per scoprire il vecchio paese con viette e ristoranti affacciati sulla baia.

Campi di Aloe. Le Canarie sono famose per le coltivazioni di aloe e a Fuerteventura è facile imbattersi in campi coltivati, una meraviglia per gli occhi… e per la pelle! Qui troverete piccole aziende che vendono direttamente i loro prodotti e, a La Oliva, anche il museo dell’aloe!

Mulini a vento. Siamo in un’isola amata da chi pratica surf, windsurf e kitesurf… il vento non manca! In giro per l’isola troverete numerosi mulini a vento, alcuni vengono usati ancora oggi per macinare cereali per la produzione del gofio, una sorta di farina alla base della cucina canaria. Tra i mulini più fotogenici non perdetevi Los Molinos nei dintorni di Tefía e quelli di La Oliva.

Strada panoramica tra Betancuria e Pájara. Tra i tratti stradali più spettacolari dell’isola, si costeggiano antichissimi coni vulcanici e campi di lava, senza perdere di vista il mare sullo sfondo.

Mirador de Morro Velosa. Il punto panoramico più bello di Fuerteventura con una vista a 360° su tutta l’isola. L’edificio è stato realizzato da César Manrique, l’artista di Lanzarote.

Dove mangiare a Fuerteventura

Le Canarie sono famose per la loro cucina, in particolare per formaggio, vino e pesce ovviamente! Tre posti dove gustare non solo del buon cibo, ma vivere un’esperienza speciale!

Pozo Negro. Arriverete in un paesino minuscolo, Internet non prende ma chissenefrega, fa parte dell’esperienza che vi farà staccare da tutto! Si mangia sulla spiaggia di ciottoli: da non perdere i gambas al ajillo (gamberi all’aglio)!

El Cotillo. Un ex villaggio di pescatori, atmosfera super rilassata dove mangiare qualcosa o anche solo bere una birra fresca! Noi abbiamo mangiato benissimo da El Callao Restaurante.

Puerto de la Pena da La Jaula de Oro per un pranzo buonissimo vista mare su una spiaggia nera che vi farà innamorare!

Dove dormire a Fuerteventura

Se quella che cercate è una vacanza rilassante al ritmo delle Canarie, scegliete una casa in un paesino o nella campagna dell’isola ed evitate alberghi e resort all inclusive.

In meno di tre ore si può percorrere tutta l’isola da nord a sud. Potete quindi decidere di stare in un posto solo e da qui partire per gite giornaliere.

Nord: scegliete un paesino nei dintorni di Corralejo, noi abbiamo soggiornato a La Oliva e ci siamo trovati benissimo. Sarete vicini alle spiagge nel nord dell’isola e ai servizi della cittadina principale, ma senza la folla!

Centro: Antigua e Betancuria sono due paesini molto carini che offrono piccoli ristoranti e la bellezza dell’entroterra. Da qui potrete muovere velocemente in tutta l’isola.

Sud: se quella che volete è una vacanza dove rosolarvi sulle spiagge più incontaminate,  cercate una sistemazione nella zona sud di Fuerteventura.

SCARICA LA GUIDA DI FUERTEVENTURA DI GUCKI

Scarica la mia guida in formato pdf e portala con te in vacanza!
Trovi tutto quello che non puoi perderti, cosa fare, dove mangiare e dove dormire!