This post is also available in English

In tanti mi avete chiesto perché abbiamo deciso di fare il giro del mondo due volte in un anno, e soprattutto come abbiamo fatto (ok, è un eufemismo per dire “ma quanto vi è costato?”).

Il segreto non è un segreto: mio marito Filippo è appassionato di viaggi, voli ed è anche un po’ pazzo. Quelli come lui, tra di loro, si definiscono aviation geek, lascio a voi la traduzione. E per questo è sempre alla ricerca di un nuovo viaggio da organizzare, di nuove compagnie aeree da provare, di nuovi aerei su cui volare e di qualche hotel particolare in cui godersi il viaggio.

E la vera sfida è riuscire a farlo al minor prezzo possibile, anche perché altrimenti probabilmente non ci sarebbe altro modo di farlo 😉

Ed è così che l’anno scorso, a Pasqua 2015, siamo partiti per il nostro primo giro del mondo:

Milano – Parigi – SingaporeTokyoHonolulu – Seattle – Reykjavik – Londra – Milano

Quanto ci sono costati tutti i voli? Circa 400 euro a testa.

Perché abbiamo deciso di farlo? Come si fa a dire di no al giro del mondo a 400 euro?!

Lots of people always ask me why we decided to do a trip around the world, not just once, but twice in a year. This sounds more like “how much did you pay for it?”

The secret is not a real secret: my husband Filippo is a travel and flights addicted (and there is a little bit of craziness too!). He’s an aviation geek, always planning the next trip. The real challenge is to do it as cheaply as possible… because otherwise there would probably be no other way to do it!

Exactly a year ago we left for our first round the world trip:

Milan – Paris – SingaporeTokyoHonolulu – Seattle – Reykjavik – London – Milan.

How much did all the flights cost? About 400 euro per person.
Why did we decide to do it? …Why not?

Filippo

Ho chiesto a Filippo di raccontarci qualche retroscena di come ha trovato e prenotato i voli di questo trip Round-The-World, così da potervi dare qualche consiglio su come trovare i voli a prezzi ragionevoli e poter organizzare anche il vostro viaggio dei sogni.

Prima regola

siate flessibili sulle destinazioni e pronti a prenotare

Spesso si trovano voli a tariffe super-convenienti non pubblicizzate ufficialmente dalle compagnie aeree. In altri casi sono proprio le linee aeree e le agenzie viaggi online (es. Expedia) a mettere in vendita voli a prezzi stracciati per sbaglio, a causa di errori umani o tecnici. Questi casi, chiamati error-fare, sono quelli con cui si riescono a fare gli affari migliori!

Come fare?

  • seguite periodicamente (magari su Facebook o Twitter) siti di offerte ed error-fare, ad esempio HolidayPirates (ITAENG)
  • siate flessibili sulla destinazione e sul numero di scali: di rado apparirà un’offerta incredibile, proprio sulla città in cui volevate andare, magari con voli diretti. Adattatevi e prenotate!
  • appena trovate un’offerta che fa per voi, prenotate subito, non aspettate nemmeno qualche ora, altrimenti l’offerta scadrà oppure l’errore verrà corretto
  • in caso di error-fare, siate cauti! Aspettate qualche giorno per fare ulteriori piani e prenotazioni per il viaggio, se è stato troppo pubblicizzato (e avete prenotato in troppi) è possibile che la linea aerea decida di annullare i biglietti e rimborsarvi

Nel caso del nostro giro del mondo:
un errore di Alitalia permetteva di prenotare un volo di sola andata da Milano a Seattle per circa 200 euro.

I asked Filippo to tell us how he found and booked flights for this round the world trip, and can give us some advice on how to find cheap flights.

First rule

Be flexible on the destination and be ready to book

You can often find flights at super-low fares that are not publicized by the airlines. Some other times the airlines themselves and online travel agencies (eg. Expedia) list cheap flights for sale by mistake, due to human or technical error. These are called “mistake fares” and they are the ones with which you can get the best deals!

How to do it?

  • Follow (maybe on Facebook or Twitter) some flight deals and mistake-fares websites, for example HolidayPirates (ITA – ENG)
  • Be flexible on the destination and number of stops: it’s very rare to find a fantastic deal for the exact destination you are dreaming about. Be flexible and book the flight!
  • When you find an offer that suits you, just book it, do not wait even a few hours, otherwise the offer could expire or the error will be fixed.
  • In case of error-fares, be careful! Wait a few days to make further plans and reservations for the trip, if it was over-hyped (and too many people booked it) it is possible that the airline decides to cancel the tickets and reimburse you.

What we did for our round the world trip:
an Alitalia error allowed us to book a one-way flight from Milan to Seattle for about 200 Euros.

aerei

Seconda regola

uno scalo può diventare l’occasione per una nuova destinazione

Quando prenotate online i vostri voli, controllate se nel tragitto c’è qualche luogo interessante in cui fare uno scalo di una giornata oppure uno stopover (ovvero una sosta di qualche giorno) e provate ad inserirlo come destinazione intermedia. Non tutte le tariffe e le compagnie aeree lo permettono, ma potrebbe essere un’occasione per aggiungere una nuova tappa al viaggio senza aumentare il costo dei voli.

Come fare?
Usate Google Flights e Kayak per ricerche rapide sui voli disponibili.

Nel nostro caso:
Alitalia aveva sbagliato il prezzo dei voli Milano-Seattle e in più l’errore permetteva anche di prenotare il “giro” verso est per arrivare a Seattle, ovvero facendo uno stopover a Singapore e scalo a Tokyo e Honolulu.

Quindi, grazie ad una svista di Alitalia, con 200 euro a testa abbiamo prenotato:

Tenete d’occhio i siti che riportano tutte le offerte di voli e le error-fare, perché ogni anno si ripetono casi di questo tipo!

Second rule

A stop between two flights can be the opportunity for a new destination

When you book your flights online, check to see if there are any interesting places on the way where you can have a stopover of a day or more. Not all air fares and airlines allow it, but it could be an opportunity to add a new stop to the trip without increasing the cost of flights.

How to do it?
Use Google Flights and Kayak for quick searches about the available flights.

What we did for our round the world trip:
Alitalia had listed a mistaken price for Milan-Seattle flight that also allowed us to book “the long way” eastbound flights to Seattle, with a stopover in Singapore and direct flights to Tokyo and Honolulu.

Than we booked the following flights for 200 euros p.p.

singapore

japan

hawaii

Terza regola

vi costerà meno uno scalo in più, rispetto al volo diretto (e secondo me, è più divertente!)

Nel nostro caso:
dovevamo trovare come tornare a casa da Seattle e cercando dei voli da lì fino a Milano i prezzi erano astronomici. Così ho cercato voli da Seattle per diverse città europee da cui poi prenotare un volo, magari low-cost, per Milano.

L’offerta migliore era il volo Icelandair da Seattle a Londra, con scalo a Reykjavik. E come vi raccontava Gucki nel post sullo stopover in Islanda, con questa compagnia aerea islandese si può fare scalo nella loro capitale senza pagare il volo un euro in più. E visto il nostro innamoramento per l’Islanda dal 2009, la ricerca era finita.

Abbiamo prenotato, per circa 180 euro a testa:

Third rule

A flight with stops is cheaper than a direct one (and in my opinion, it’s more fun!)

What we did for our round the world trip:
We had to find out how to go back home from Seattle: the prices were out of budget! I tried to look for flights from Seattle to several European cities from where we could get a flight to Milan, maybe low-cost one.

The best deal was the Icelandair flight from Seattle to London, with a stopover in Reykjavik. As Gucki already told you, Icelandair allows you to do an amazing stopover at the same price.

We booked for about 180 euros p.p.

iceland

Quarta regola

il prezzo di un volo potrebbe cambiare a seconda della nazione di acquisto e della valuta

Lo stesso volo potrebbe costare di più su un sito italiano, ad es. expedia.it, rispetto all’analogo estero, es. expedia.com. Tenete però conto che, nel caso in cui prenotiate da un sito estero, dovrete rivolgervi a loro per assistenza con il volo, quindi se trovate un’offerta incredibile su un sito russo, pensateci bene prima di prenotare (ok, se avete siete riusciti a leggere l’offerta in cirillico, forse siete quasi a posto).

Nel nostro caso:
i voli Icelandair da Seattle a Londra, sui siti italiani, si trovavano a circa 350 euro. Su un paio di agenzie viaggi online americane (priceline e orbitz) , invece, erano in vendita a 180 euro. Affare fatto!

Fourth rule

the price of a flight may change depending on the purchase Country

The same flight may be more expensive on an Italian website, for example expedia.it, compared to the same website abroad, eg. expedia.com. But keep in mind that if you book on a foreign website, you will have to contact them if you need assistance with the flight, so if you find an incredible deal on a Russian website, think twice before booking it (ok, if you’re able to read the offer in Cyrillic, maybe you are fine!).

What we did for our round the world trip:
Icelandair flights from Seattle to London, on Italian websites, were priced about 350 euros. On a couple of US online travel agencies (like priceline and orbitz) they were on sale at 180 euros. Deal!

aurora

Quinta regola

non dimenticatevi delle miglia!!!

Siete iscritti ai programmi frequent flyer delle compagnie aeree con cui volate? Accumulate miglia nel vostro programma frequent flyer per ogni volo che prendete?

In parole povere, le miglia sono dei punti fedeltà dati dalle compagnie aeree. In base ai voli effettuati, si accumulano miglia di ciascuna compagnia aerea. Il meccanismo non è troppo diverso da quello dei punti fragola dell’esselunga.

E cosa si può fare con le miglia? Beh…come per i punti fragola, riscattare dei premi! E in questo caso, vuol dire poter prenotare dei voli quasi gratis in cambio di miglia.

Nel nostro caso:
una volta arrivati a Londra dovevamo tornare a casa. E’ così che usando 9.000 miglia di British Airways che avevamo accumulato in altri viaggi, abbiamo prenotato il volo che ci portava a casa.

Quindi con 4.500 miglia + 30 euro di tasse a testa, abbiamo prenotato:

  • Londra Heathrow – Milano Linate con British Airways

Non sottovalutate le miglia, nel 2014 con 100.000 miglia e 60 euro a testa ci siamo regalati un Milano – Los Angeles – Hawaii e ritorno.

Se vi interessa scoprire di più sulle miglia, scrivete a Gucki e faremo un post dedicato.

Fifth rule

never forgive the miles!

Are you enrolled in frequent flyer programs of the airlines on which you fly? 
Miles are loyalty points from airlines. You earn miles for every flight you take.
What can you do with the miles? Well … redeem prizes! In this case, it means being able to book almost free flights in exchange for miles.

What we did for our round the world trip:
We had to go back home from London. Using 9,000 miles from British Airways we booked our flight to take us home.

With 4500 miles + 30 euro p.p., we booked:

  • London Heathrow – Milan Linate on British Airways

Never underestimate the power of miles! In 2014 with 100,000 miles and 60 euros each, we booked a Milan – Los Angeles – Hawaii flight r/t.

voli

Sesta regola

iscrivetevi ai programmi Frequent Flyer e siate fedeli

Ogni compagnia aerea ha un programma frequent flyer che ha l’obiettivo di fidelizzare i propri clienti. Quindi, quando volate con con quella linea aerea guadagnate miglia, potete poi usare le miglia per prenotare voli premio, ottenere sconti oppure upgrade (ovvero passaggi alla classe superiore, es. da economy a business class).

In più, quando raggiungete un tot di miglia accumulate in un anno, ottenete uno status di livello superiore (di solito silver, gold, platinum e così via). Ogni diverso livello, porta con sè dei benefit che vi possono tornare molto utili. Ad esempio, gli status di livello gold o simili vi permettono di accedere alle lounge in aeroporto oppure di avere upgrade gratis in business class.

Sixth rule

Enroll in frequent flyer programs and be loyal

Every airline has a frequent flyer program. When you fly with with the airline you earn miles that you can use to book award flights, get discounts or upgrades.

In addition, when you reach a certain amount of miles in one year, you get a higher-level status (usually they are silver, gold, platinum, and so on). Each different level, gives you benefits. For example, the gold-level status allows you to enter airport lounges or to have free upgrade to business class.

ffcards

Se volate abbastanza spesso, scegliete un programma frequent flyer su cui accumulare tutte le miglia dei vostri voli, così da avere un gruzzoletto da spendere in voli premio e soprattutto per ottenere uno status che vi dia qualche vantaggio in più.

Nel nostro caso:
Viaggiavamo con lo status Platinum di Delta Airlines, cosa che ci ha fatto ottenere due upgrade gratis in business class sui voli Singapore – Tokyo e poi Tokyo – Honolulu.

Se anche questo argomento vi interessa, Gucki è già pronta a precettarmi per un altro post.

What we did for our round the world trip:
We were traveling with Delta Platinum status, which gave us two free upgrade to business class on Singapore – Tokyo flight and on the Tokyo – Honolulu one.

businessclass

Ecco finito il nostro giro del mondo, come l’abbiamo organizzato e come siamo riusciti a spendere circa 400 euro a testa.

Vi è piaciuto questo post? È bravo Filippo, vero? Quali argomenti e spunti avete trovato più interessanti? Fatemelo sapere così chiederò a Filippo di darci altri consigli!

This is how we did our round-the-world-trip, how we planned it and spent about 400 euros per person.

Did you like this post? Filippo is good, isn’t it? And his tips are super useful! Are you interested in these topics? Please let me know and I’ll ask Filippo to give us more details.

bagtag

LEGGI ANCHE “VOLI LOW COST: 8 CONSIGLI PER TROVARLI”

LEGGI ANCHE “BIGLIETTI AEREI: COME PAGARLI LA METÁ”

11
Leave a Reply

avatar
6 Comment threads
5 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
5 Comment authors
Viaggio in Islanda: la guida e i nostri consigliPaoliSaraguckiMarcella Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi
Notificami
Jasna
Ospite
Jasna

Non potrebbe Filippo aprire un’agenzia o un portale dedicato a tutti coloro che vorrebbero ripetere l’esperienza? 😉

gucki
Admin
gucki

Eheh! Eh sì, sarebbe un sogno! Filippo ha un blog http://comeflywithme.it dove parla solo di viaggi! Ti prometto che sarà un collaboratore costante anche qui su Gucki per darvi tantissimi consigli! E poi un giorno chissà, magari ci sarà anche l’agenzia viaggi! 😉 Grazie!

Marcella
Ospite
Marcella

io vorrei assolutamente avere info sulle miglia! al momento ho millemiglia, lufthansa e aeroplan di air canada, ma ho veramente poco in ognuna. Quest’estate torno in Florida con United e carico tutto su lufthansa sperando di arrivare a 9mila punti ma è comunque poco…
Mi sono iscritta anche ai programmi affiliati di Hilton e Best western ma se prenoti via booking non ti danno i punti e poi in ogni caso sono poco..mi pare di aver capito 1 $ una miglia.. come si arriva a 100 mila?? (oltre a viaggiare di più)

grazie
marci

gucki
Admin
gucki

Ciao Marcella! C’è già in programma un post dedicato alle miglia, qui abbiamo il massimo esperto in materia! Aerei, alberghi… tutto! A prestissimo allora! Grazie! 😉

Marcella
Ospite
Marcella

grazie!! io intanto pubblicizzo il blog 😀

gucki
Admin
gucki

Grazie mille!! 😉

Sara
Ospite
Sara

Sempre più mitici!! Ora giro subito questo post a mio marito 😉

gucki
Admin
gucki

Ahahah! Baci baci baci

Paoli
Ospite
Paoli

Ciao!
Anche la possibilità di partire in qualunque momento dell’anno, al di fuori delle canoniche feste o dei canonici giorni della settimana, credo aiuti a risparmiare un mucchio di soldi, no?
Qualche consiglio per chi non può scegliere quando partire e ha le ferie solo in certi periodi dell’anno?

Grazie!

gucki
Admin
gucki

Ciao Paola, sicuramente avere la possibilità di prenotare in base alle offerte e non alle vacanze comandate aiuta molto! Ma stiamo già studiando qualche consiglio per riuscire a trovare ottime offerte anche nei periodi di ferie canonici! A prestissimo sul blog! Grazie per il tuo commento! Ciao!

trackback
Viaggio in Islanda: la guida e i nostri consigli

[…] a caccia dell’aurora boreale, nell’ottobre 2013, e poi ad aprile 2015 alla fine del nostro primo giro del mondo… e ci torneremo ancora senza dubbio, ormai abbiamo il mal […]